Page 11 - Pronto?... Regole di grammatica
P. 11

    I NOMI COMPOSTI sono formati da due parole che si scrivono unite: nome + nome: pescecane
nome + aggettivo: terracotta aggettivo + nome: biancospino aggettivo + verbo: belvedere
verbo + nome: lavastoviglie
verbo + verbo: dormiveglia
 NOMI ALTERATI
   DIMINuTIVI
   VEZZEGGIATIVI
   ACCRESCITIVI
   DISPREGIATIVI
   -ino, -etto, -ello, -icello, -icciolo Es.:venticello, porticciolo
  -uccio, -acchiotto, -olo, -otto
Es.: Orsacchiotto,  gliolo
  -one, -accione
Es.: nasone, omaccione
  -accio, -astro, -ucolo, -uncolo, -iciattolo.
Es.: poetucolo, ladruncolo,  umiciattolo
  I nomi hanno un GEnERE, che indica se un nome di persona e/o animale è maschile o femminile. Per gli oggetti questa regola non vale. I nomi di cosa hanno un genere “fisso” o grammaticale: o sono maschili o femminili.
RISPETTo AL GEnERE I NoMI SI DISTINGUoNo IN:
       NOMI MOBILI:
cambiano genere modi cando la desinenza;
     infermier- e infermier- a dottor- e dottor- essa lavorat- ore lavorat- rice student- e student- essa
        NOMI INDIPENDENTI:
hanno forme indipendenti per il maschile e il femminile;
mamma - papà fratello - sorella genero - nuora
      NOMI DI GENERE COMuNE:
    presentano un’unica forma sia per il maschile che per il femminile;
il cantante - la cantante il nipote - la nipote il pianista - la pianista
       11







































































   9   10   11   12   13