Page 27 - Pronto?... Regole di grammatica
P. 27

predicato nominale e verbale
Il verbo viene chiamato PREDICATO dal latino “predicare” che significa “rendere noto”. Il predicato infatti dice ciò che fa o come è il soggetto.
Ci sono due tipi di predicato:
PREDICATO VERBALE
Indica che cosa fa il soggetto e può essere costituito da:
• un verbo di senso compiuto
che esprime un’azione (cantare, parlare...)
I bambini corrono in giardino.
• il verbo ESSERE con signi cato di esistere, trovarsi, accadere, ap- partenere, provenire, stare, essere fatto di...
Il libro è (= si trova) sul tavolo.
Il maglione è (= è fatto) di lana.
PREDICATO NOMINALE Indica che cosa, che cosa è o come è il soggetto ed è costituito dal
verbo essere unito ad
un aggettivo o ad un nome. Luigi è felice.
(essere + aggettivo)
Marco è un alunno.
(essere + nome)
 DISTINGuIAMO I PREDICATI
 è nella cesta è di Elena verbo ESSERE con
Il gatto
    signi cato di: appartenere; essere fatto di; stare;
esistere; provenire. È un PREDICATO VERBALE.
   Il gatto
miagola beve
  corre dorme
 Tutti i verbi. È un PREDICATO VERBALE.
 Il gatto
è un felino
  è nero verbo ESSERE
  seguito da un nome o un aggettivo.
È un PREDICATO NOMINALE.
27



































































   25   26   27   28   29