Page 5 - Pronto?... Regole di grammatica
P. 5

ApOSTROFO
 Vogliono l’apostrofo le seguenti voci verbali: sta’ (stai); va’ (vai); fa’ (fai); da’ (dai); di’ (dici) nella parola po’ (poco) nell’articolo indeterminativo un’ davanti a nome femminile che comincia per vocale (un’amica) .
 Non vogliono l’apostrofo
davanti a vocale le parole: quale (con il verbo “essere”), uno, alcuno, nessuno, buono. Es.: qual è; un uomo; buon uomo; nessun uomo; ciascun aroma; alcun abito ecc.
pUnTEGGIATURA
 La virgola rappresenta una pausa molto breve.
Si usa
• Negli elenchi:
es.: Mangiò pasta, bistecca, piselli e pane.
• Per separare diverse frasi:
es.: Preparò la tavola, servì la cena, portò il dolce.
• Prima di una congiunzione (ma, infatti, però, invece, quindi ...): es.: La salutai, ma lei non mi rispose.
• Dopo le esclamazioni:
es.: Oh, che meraviglia!
 Non si usa
• Tra soggetto e verbo.
• Tra verbo e complemento oggetto:
es.: Mirco scrive un racconto.
• Tra elementi della frase strettamente collegati: es.: La tv trasmette un bel film.
• Tra frasi strettamente connesse tra loro:
es.: Mi telefonò per invitarmi a cena.
• Dopo le congiunzioni (e, o, ma, quando, perché): es.: Tornò a casa perché era tardi.
5












































































   3   4   5   6   7